PRIMO CONSIGLIO COMUNALE

Il 12 giugno si è tenuto il primo Consiglio Comunale del nuovo mandato amministrativo. Tutti i consiglieri di minoranza hanno proposto la mia candidatura come Presidente del Consiglio Comunale. Nell’accettare la candidatura ho dichiarato che in caso di elezione avrei rinunciato all’indennità prevista, che ammonta a circa 80.000 euro lordi per i 5 anni di mandato, per destinarla per specifici progetti di welfare. La maggioranza non ha accettato la proposta unitaria delle minoranze ed ha votato il suo candidato (che nel suo intervento ha ribadito che non rinuncerà all’indennità prevista).

Il Sindaco ha successivamente presentato il programma di mandato e la nuova Giunta. A nome del Movimento 5 Stelle ho presentato alcune priorità sulle quali, come forza di governo, siamo pronti a collaborare con la nuova Giunta:
1 – SICUREZZA. Bisogna lavorare per una maggiore integrazione fra la Polizia Locale e le Forze dell’Ordine. La Polizia Locale deve occuparsi anche di sicurezza. Occorre attivarsi con il Ministero delle Difesa e con il Comando regionale dei Carabinieri per la riorganizzazione territoriale delle Stazioni Carabinieri che sono rimaste quelle che c’erano prima della fusione. E’ necessario individuare un coordinamento fra le 4 stazioni per garantire una presenza H24 sul territorio comunale.
2 – DECORO URBANO. Occorre attuare al più presto il Regolamento sulla collaborazione tra i cittadini e l’amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, anche attraverso il baratto amministrativo.
3 – REDDITO DI CITTADINANZA. Chiediamo che anche il nostro Comune si attivi con il Ministero del Lavoro sulla progettazione delle attività che dovranno essere svolte dai nostri concittadini che hanno cominciato a percepire il reddito di cittadinanza. Entro settembre saranno emanate le circolari applicative per la regolamentazione delle 8 ore minime settimanali che ogni beneficiario del reddito dovrà svolgere per il Comune di residenza. Cominciamo quindi ad attivare i nostri uffici (come ad esempio sta facendo il Comune di Torino) per arrivare con progetti pronti a questo appuntamento.

Sono stati infine eletti i nuovi Consiglieri dell’Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia e per la prima volta un nostro consigliere è stato eletto nel nuovo Consiglio.

CONSIDERAZIONI FINALI

IL PD E’ COERENTE: 
NOI CI TAGLIAMO GLI STIPENDI, IL PD MAI.

Il Municipio di Crespellano-Calcara (10.000 abitanti) non è rappresentato da nessun suo residente nella nuova Giunta. La Vicesindaca ha detto che è normale visto che ormai Valsamoggia non è più la somma di 5 ex Comuni. Ma un dubbio rimane: possibile che fra 10.000 persone non ci fosse nessuno con le competenze per fare l’Assessore?

Le forze di minoranza hanno deciso di coordinare il loro lavoro ed hanno ribadito la volontà di collaborare con la nuova amministrazione. Attendiamo fiduciosi.

Stefano Colangeli (portavoce capogruppo M5S Consiglio Comunale Valsamoggia)